Romano Battaglia, ancora vivi il suo ricordo ed il suo messaggio d’amore

Era il 22 luglio 2012 e moriva,  a Marina di Pietrasanta (Lucca), dove era nato nel 1933, Romano Battaglia

Un grande giornalista, ma anche un prolifico scrittore, che ha saputo costruire, senza ombra di dubbio, un immenso patrimonio culturale, ma soprattutto umano. Decisamente una grande eredità.

Per anni è stato conduttore  de “La Versiliana”. La sua carriera di giornalista era iniziata giovanissimo, prima come inviato speciale della Rai, successivamente  come autore e conduttore di numerose rubriche.

Un uomo riservato, vicino alla chiesa, che, quando scriveva un libro,  era solito lasciare un omaggio  sull’altare.

Il suo era un giornalismo di stile, sicuramente signorile, che ha offerto una qualità di intrattenimento ricca di contenuti.
Numerosissimi i premi che ha ricevuto nel corso della sua carriera, sia come giornalista, sia come scrittore.

Sapeva trovare e leggere in ogni sfumatura della vita un significato profondo, sue le parole: “Anche se ciò che puoi fare è soltanto una piccola goccia nel mare, può darsi che sia proprio quella a dare significato alla tua esistenza“, tratte da “Un cuore pulito”.

I suoi libri sono l’espressione di un’anima delicata e nobile, testimoni di un’esistenza vissuta nel profondo rispetto della natura degli altri di tutto ciò che lo circondava, come il cuore che definiva così: “Migra in quella solitudine per andare incontro a chi ha bisogno d’amore.”

L’amore per il Creato è testimoniato, infatti, da parole come queste: “La mancanza di sensibilità nei confronti della natura e del bello è la causa principale della nostra miseria interiore“. E nei riguardi delle donne scriveva: “Ogni creatura femminile è un universo e ci accompagna dalla nascita alla fine della vita. Ognuno la vede con occhi diversi, ma tutti intuiscono la sua grande luce“. Parole intense e nello stesso tempo molto delicate sulle quali meditare in questi tempi così difficili, soprattutto per le donne.

 

Numerose sono le iniziative culturali in suo ricordo, persino su Facebook è stato creato un gruppo dove gli iscritti, possono postare pensieri in suo ricordo,  le sue frasi, e foto. Un gruppo che come è scritto dalla creatrice Patrizia Filippone “nasce con l’intento di tenere vivo il ricordo di Romano Battaglia, il grande giornalista e scrittore scomparso il 22 luglio 2012.
Ho avuto la fortuna di esserne amica e ho condiviso con lui molti pensieri e tante riflessioni, ricche di sensibilità, dot e straordinaria che egli possedeva e che lasciava trasparire dai suoi libri, tutti molto belli e significativi”.

https://m.facebook.com/groups/300613743371140?tsid=0.7421629094212452&source=result

Foto tratta dal web