CAPRICCIO CASA, ad Attigliano la creatività di Lidia Poggiani

Esporre i propri manufatti e riceve consensi ed apprezzamenti, è il risultato che auspica di ricevere, la persona che applica la propria creatività, nel realizzare un oggetto.
Sono oggetti realizzati interamente a mano e prendono origine dal mondo femminile.

Siamo ad Attigliano, piccolo comune della provincia di Terni, situato su di un promontorio a monte del fiume Tevere.
Nella piazza centrale, trovo sulla soglia d’ingresso del negozio, la proprietaria Lidia Poggiani, che mi invita ad entrare.
L’ambiente è molto accogliente, si notano i toni pastelli della merce esposta in perfetta armonia tra loro.
Viene spontaneo porle alcune domande:

Come e quando nasce questa attività? 

La mia attività nasce 37 anni orsono, dalla capacità di trasformare una stoffa, anche riciclata, in un oggetto dal gusto contemporaneo. Questa capacità senza dubbio l’ho appresa dalla nonna Zaira, che nasce nella piccola frazione di Frattuccia, vicino Amelia e che  visse per un periodo anche in America. Sono sempre rimasta affascinata dalla sua abilità di trasformare un semplice tessuto in abbigliamento o in arredo per la casa.

Ha sempre realizzato biancheria per la casa? 
Maggiormente realizzo manufatti per la casa, personalizzandoli.
Circa due anni fa, ho voluto realizzare un oggetto, tipico del mondo femminile: una borsa.

Nasce Capriccio Bag, in stile anni ‘50, realizzata con stoffe da tappezzeria, con la montatura in metallo e il manico in legno, in bambù o in resina. E’ sagomata, arrotondata ai lati. L’interno è molto rifinito, con delle tasche interne.

Capriccio bag

Un sogno che si è realizzato? 
Certo, un bel sogno che mi sta portando molte soddisfazioni. Precedentemente, ne avevo realizzato un altro: organizzare un fine settimana dedicato all’artigianato in modo creativo, a contatto con la natura. Ha preso il via, così, “Tavole e Favole“.  Siamo già all’ottava edizione, che si svolgerà sabato 1 e domenica 2 giugno dalle ore 10,00 al tramonto.

Saranno presenti ben 24 artigiani, provenienti da Terni, Roma,  Viterbo e provincia. Verranno esposti manufatti in legno, vetro, gioielli con pietre, cuoi, ceramica e composizioni di fiori. Inoltre, ci saranno anche alcuni eventi culturali relativi alla cucina, alla sana alimentazione e all’ambiente.