Integratori alimentari, il Ministero della Salute invita alla prudenza

Il Ministero della Salute ha pubblicato un Decalogo, una sorta di linea guida per un corretto uso degli integratori alimentari.

Secondo la nota “non hanno una finalità di cura, prerogativa esclusiva dei farmaci, perché sono ideati e proposti per favorire nell’organismo il regolare svolgimento di specifiche funzioni o la normalità di specifici parametri funzionali o per ridurre i fattori di rischio di malattia“.

Tra l’altro il Ministero ribadisce che gli integratori “sono concepiti per contribuire al benessere e non per la cura di condizioni patologiche, che vanno trattate con i farmaci“.

Ormai è una moda usare ed abusare degli integratori che oramai in molti casi sostituiscono i farmaci. È bene, comunque, utilizzarli con cautela e, soprattutto, diffidando di quei prodotti in vendita nei siti.

È bene, comunque, seguire una dieta varia ed equilibrata. È bene leggere attentamente l’etichetta, facendo attenzione alle modalità d’uso, conservazione ed anche agli ingredienti, perché potremmo essere intolleranti od allergici.

C’è da considerare, inoltre, che anche se sono prodotti ‘naturali’, potrebbero comunque far scaturire effetti collaterali indesiderati.

È possibile consultare il sito del Ministero della Salute per approfondire sull’argomento.

http://www.salute.gov.it/portale/homeMobile.jsp