Napoli, clamorosa evasione dal carcere di Poggioreale

Prima evasione dopo 100 anni dal carcere di Poggioreale. Un uomo, detenuto per omicidio, con una corda di lenzuola ha scavalcato il muro, mentre andava ad assistere alla celebrazione della Messa, nella chiesa dell’istituto di pena.

Si tratta di un polacco arrestato nei Quartieri Spagnoli di Napoli, dagli agenti della Polizia di Stato nel 2018. L’uomo era accusato  di aver ucciso un suo amico, durante una lite iniziata in un locale, culminata in strada con l’accoltellamento, per una questione di donne.

Robert Lisowski , questo è il suo nome,  è alto 1,80 circa, carnagione  e capelli chiari, con la barba ed un’andatura claudicante.
È la prima evasione in 100 anni nel carcere napoletano.
Poggioreale è un carcere con oltre 2500 detenuti e, purtroppo, con un personale ridotto che, nonostante tutto, si impegna al massimo per svolgere il proprio dovere.  È una struttura costruita nel 1914 ed   intitolata al vicedirettore Giuseppe Salvia assassinato dalla camorra.

Foto tratta dal web