“Ora basta”, gli artisti napoletani per Noemi

No alla violenza, no alla camorra con i fantastici rapper guidati da Michele Sbam,  in un progetto realizzato grazie all’idea del registra Ambrogio Crespi
Tutti insieme uniti alle migliaia di persone riunite davanti al Santobono a Napoli per la piccola Noemi, ferita durante una sparatoria di piazza Nazionale, la scorsa settimana.
La mente la bambina è stata su basta e respira da sola. È ricoverata nell’ospedale Santobono ed è sveglia e cosciente e le sue   prime parole sono state: “Datemi le mie bambole”.
“Un miracolo”, ha detto l’arcivescivo Crescenzo Sepe quando stamattina è andato a trovarle in ospedale
La canzone degli artisti napoletani è  “Ora basta“, da loro scritta ed interpretata, per andare oltre il silenzio, il muro di omertà, per spezzare una volta per tutte il filo della criminalità che porta solo morte,  dolore e degrado.
Un progetto prodotto da Index Production, che ha  il patrocinio morale della Fondazione Onlus ‘A Voce d’e creature’ di Don Luigi Merola.

Tra loro Ntó, El koyote, El barrio, Palù e Michele Sbam. Poi ancora i rapper, Priore, Marziano, Kiaman, Red Family, Blaak Jack e Gesualdo.

 
I proventi raccolti da questa nobile iniziativa e i diritti della canzone stessa sono destinati a quei progetti che tutelano i più piccoli.
 
Un Messaggio forte e diretto, senza mezzi termini che parte da la triste vicenda di Annalisa Durante e da lì vuole andare avanti oltre il male.
Il grido contro la violenza del crimine, contro la camorra, contro chi permette e porta la guerra a Napoli.
Un inno alla vita quindi, portatore di speranza di pace.
Foto tratta dal web