Oriana Fallaci, una giornalista straordinaria ancora attuale. Video lettura

Oriana Fallaci, giornalista scrittrice di fama mondiale, anzi, la più famosa la più citata , quantomeno discussa giornalista italiana, è sempre più attuale. Lei che non amava scrivere lettere, perché riteneva le potessero rubare  tempo,  per fortuna ci ha lasciato del materiale che ElleMagazine.it  propone ai lettori.

Io non sono un venditore di parole. Sono un venditore di idee che paga sempre per le sue idee, giuste o sbagliate. E quando gli stupidi hanno paura di me e non vogliono essere intervistati da me io rispondo: «Non hanno paura di me. Hanno paura della verità».

Essere giornalista per me significa essere disubbidiente. Ed essere disubbidiente per me significa, tra l’altro, stare all’opposizione. Per stare all’opposizione bisogna dire la verità. E la verità è sempre il contrario di ciò che ci viene raccontato. La storia si scrive sulla verità e non sulle leggende.

Solo i deboli e i poveri di spirito hanno paura della solitudine e si annoiano a stare soli. Io non sono debole. Sono molto forte, e durissima ormai. Non sono neanche povera di spirito. Quindi non ho paura della solitudine.

Nel difficile momento che stiamo vivendo, così pieno di paura del domani, ritengo che la stampa possa e debba fare molto di più per ridurre le reciproche incomprensioni, per facilitare un dialogo serio, per tentare di trovare delle soluzioni.

Non c’è nulla che ammiri di più del coraggio e nutro sempre un grande rispetto verso coloro che non hanno paura di confrontarsi col mio.

Non mi sono mai considerata nemmeno un vero giornalista sebbene continui questa storia della «grande giornalista», «uno dei giornalisti più bravi del nostro tempo» eccetera. Io mi sono sempre considerata uno scrittore prestato al giornalismo, uno scrittore che s’è regalato troppo a lungo al giornalismo, e non un giornalista che poi s’è messo a scrivere libri.

Mi sento come quando mi appoggio a te e tu ti appoggi a me. Perché ho bisogno di te, e ho bisogno di credere che tu hai bisogno di me. Puoi darmi molto. Posso darti molto. Posso darti tutto. E ti ringrazio fino da ora se mi metterai nelle condizioni di darti tutto quello che posso darti. Anche se non sarà mai una vita facile per noi. Anche se ci aspettano giorni duri. Anche se avremo bisogno di molto coraggio per non perderci. Sono soltanto un essere umano, schiantato da un dolore inaspettato, e non riesco a giudicare solo con la mia razionalità. Inoltre, la volgarità mi lascia impotente. E la moralità è un cibo del quale non so fare a meno.

Foto tratta dal web