Calci e pugni ai poliziotti della Polfer, arrestate due donne trovate in possesso di droga, coltello e pistola automatica

5 persone arrestate;  18 persone denunciate in stato di libertà;  4.760 persone identificate; 117 pattuglie impiegate a bordo treno;  502 pattuglie impiegate in stazione; 270 treni scortati; sono state elevate 31 contravvenzioni di cui 8 al regolamento di Polizia Ferroviaria. Inoltre sono stati emessi 10 ordini di allontanamento dallo scalo di Roma Termini in osservanza delle disposizioni in materia di “sicurezza nelle città”. 

   Questo è il bilancio dell’attività messa in campo dal personale della Specialità della Polizia   Ferroviaria del Compartimento per il Lazio nel corso della settimana scorsa, per il controllo del “territorio ferroviario” della Regione. 

Nella giornata del  30 settembre gli agenti, della Polizia Ferroviaria di Roma Termini durante il consueto servizio di vigilanza, sono stati contattati dal personale di Protezione aziendale  di Ferrovia dello Stato che aveva segnalato la presenza di due donne nell’atrio biglietteria che, con atteggiamento provocatorio, infastidivano i viaggiatori.

I poliziotti sono, così, subito intervenuti avvicinandosi alle donne per identificarle. Una di esse, con fare alquanto sospetto, stringeva a sé la propria borsetta senza mai lasciarla. Il suo comportamento non è passato inosservato tanto che gli agenti hanno deciso di effettuare un controllo più approfondito.

Nella borsa che la giovane aveva tra le braccia, i poliziotti hanno rinvenuto una riproduzione di pistola automatica con propulsione a gas priva del tappo rosso, un contenitore in plastica di palline, un coltello multiuso con più lame e della sostanza stupefacente tipo marijuana del peso lordo di 0,80 grammi.

Vistesi scoperte, le ragazze hanno provato a divincolarsi prendendo a calci e pugni il personale operante. Nonostante le botte ricevute, i poliziotti sono risusciti a portare le giovani negli uffici per tutte le procedure del caso. Al termine del loro prezioso lavoro, gli agenti si sono fatti medicare delle lievi contusioni riportate nella colluttazione

Nella giornata del 4 ottobre  u.s., tre cittadini rumeni di 27, 25 e 43 anni sono stati arrestati nelle vicinanze della stazione ferroviaria di  Valle Aurelia , da personale della Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento della Polizia Ferroviaria del Lazio, perché  hanno rubato un portafogli ad un viaggiatore .

I controlli in zona sono scattati poiché  erano stati denunciati da alcuni viaggiatori dei borseggi all’interno della Stazione Valle Aurelia, consumati con la tecnica “ Blocco della scala mobile”. Gli Agenti visionando  le telecamere attive all’interno dello scalo ferroviario hanno individuato i tre ladri che , dopo aver fermato la scala mobile azionando il pulsante di emergenza, si sono avvicinati alla vittima intenta a salire sulla scala mobile: uno dei ladri  ha asportato il portafogli dalla tasca della vittima mentre gli altri due si sono posizionati alle sue spalle per coprirne le mosse.

I poliziotti, vista tutta la scena dalle telecamere, immediatamente hanno allertato i colleghi già sul posto; grazie all’accurata descrizione degli autori del furto gli stessi sono stati immediatamente,  individuati e arrestati.