Reddito di Maternità: 1000 firme raccolte nella Tuscia. A Viterbo maggiori adesioni

Sabato 30 marzo dalle ore 17 e domenica 31 marzo mattina dalle ore 9,  continua la raccolta firme a Viterbo di fronte alla Chiesa dei Cappuccini.

Notevole successo per la raccolta delle firme sul reddito di maternità nella Tuscia ai banchetti, si può firmare anche in tutto il nord del Lazio, essendo stati depositati i relativi moduli di raccolta presso le segreterie di ogni comune.

Guido Pianeselli a Viterbo per la raccolta firme

Ricordiamo che entro il 19 maggio 2019 il plico contenente i moduli dovrà essere presentato alla camera dei deputati e che detta raccolta  continuerà almeno per tutto il mese di aprile.

Paolo Baldassarre, coordinatore Popolo della Famiglia Viterbo

A Viterbo in particolare si è registrato una grande affluenza ai banchetti predisposti con la sottoscrizione ad oggi in città di oltre 500 cittadini.

Mario Adinolfi, a Viterbo

Anche a seguito dell’incontro dello scorso 9 marzo tra il presidente del Popolo della Famiglia Mario Adinolfi ed il vescovo Mons. Lino  Fumagalli per la presentazione della proposta di legge di iniziativa popolare sul Reddito di Maternità e l’appello di apertura a tutte le forze politiche che ne è seguito, la città dei Papi è quella che ha riscontrato le maggiori adesioni nel Lazio.

Appuntamento a Viterbo, quindi, oggi sabato 30 marzo dalle ore 17 e domenica 31 marzo dalle ore 9  di fronte alla Chiesa dei Cappuccini.

Combattere il fenomeno della denatalità nella Tuscia è una assoluta priorità con  i dati tra i peggiori in Italia.

Intervenire economicamente per promuovere la maternità, 1000 euro mensili per le neo mamme, salva vite e famiglie, offre alla donna libertà di scelta, aiuta i bimbi disabili per sempre.

                                                                                           POPOLO DELLA FAMIGLIA VITERBO