Roma, rubati i giocattoli di Elisa, la bambina con la leucemia. L’appello del padre ai ladri

GRAZIE GRAZIE INFINITAMENTE alla carissima o carissime persone che questa notte in via Sabotino a Roma mi hanno sfasciato il vetro della macchina RUBANDOMI I GIOCATTOLI di ELISA BAMBINA di 5 ANNI CHE LOTTA TRA LA VITA E LA MORTE DA TRE ANNI con una LEUCEMIA GRAVISSIMA(lo so i signori ladri questo non lo potevano sapere)…”. 

Scrive così sul suo profilo Facebook, rivolgendosi ai ladri, un padre affranto per l’ignobile atto che lascia attoniti e con tanta amarezza.
Nella notte ignoti hanno rotto il finestrino dell’auto di Fabio Pardini, il papà di Elisa, la bambina che da ben tre anni deve fare i conti con una grave leucemia. I ladri, nell’auto parcheggiata a Roma in via Sabotino, hanno avuto il coraggio di rubare i giocattoli. Già, i giocattoli di una bambina dal dolce sorriso, che ogni giorno lotta tra la vita e la morte.
Oltre al danno alla macchina di questa famiglia, che ha la figlia ricoverata all’ospedale pedriatico Bambino Gesù, il vile gesto di portare via i compagni di una piccola guerriera che, in un letto di dolore, ora non ha più nemmeno i suoi giocattoli.

Alla piccola Elisa, di appena cinque anni, venne diagnosticata la leucemia quando ne aveva due. Inizia così il calvario di questa famiglia che si è dovuta trasferire da Pordenone a Roma, per assistere la figlia ricoverata  all’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù. In quell’occasione il padre lanciò un appello sui social, per trovare un donatore di midollo osseo. Persino volti noti dello spettacolo si sono mobilitati. Purtroppo, nonostante il trapianto con un donatore compatibile al 90%, lo scorso anno la leucemia è ritornata.
Per aiutare la piccola Elisa è stata creata su Facebook la pagina “Pardini Fabio per Elisa”.

Foto tratta dal web