Santa Rosa 2019, Viterbo si prepara alla sera del 3 settembre

A Viterbo ormai si respira aria di “3 settembre”.

Ieri, giovedì 22 agosto, i pezzi di ‘Gloria‘, la Macchina di Santa Rosa dell’architetto Raffaele Ascenzi, sono stati assemblati a piazza san Sisto, giunti dal capannone del suo costruttore Vincenzo Fiorillo sulla Tuscanese, scortati da Polizia Stradale.

La consueta sosta in piazza del Comune con il  saluto del sindaco Giovanni Maria Arena e del vice Enrico Maria Contardo. Tutto documentato dai telefonini, tra foto e mini video. Ormai è una tradizione anche questa.

Statua di Santa Rosa, Macchina di Santa Rosa

 

La sera dello stesso giorno, la benedizione della statua di Santa Rosa con il  vescovo Monsignor Lino Fumagalli, che invita i presenti a prendere la Concittadina come esempio.

Quest’ anno la statua della Santa, ha un’aureola posizionata sulla testa.

La città si sta rifacendo il look. Come tutte le donne,  qualche ritocchino ci vuole sempre. L’atmosfera è particolare. Piano si sta entrando nel clima delle Festività, piano si avvicina il 3 settembre.

“Nello splendore della Rosa”, come canta in un suo omaggio musicale alla patrona di Viterbo, il poliedrico artista Michele Arena. Ed è così, perché tutto si sta vivendo nello splendore di questa ragazzina che ha lasciato il segno e che ancora oggi parla ai cuori di tutti noi.

Intanto ci sono pronte 1503 sedie in  piazza del Plebiscito per assistere al Trasporto della Macchina di Santa Rosa il prossimo 3 settembre. I biglietti possono essere acquistati al massimo  per persona, dietro  presentazione dei documenti d’identità di chi chi  utilizzerà gli stessi la sera del Trasporto.

Continua…

Nello splendore della rosa https://g.co/kgs/WjpcLv