Scuola di Arti Visive Associazione Culturale NEXT, 25 anni nel bilancio di Antonella Properzi

La Scuola di Arti Visive Associazione Culturale NEXT era nata sulla spinta di comunicare tecniche di disegno e di pittura, dopo 25 anni di attività, le finalità si sono trasformate. 

Incontro l’insegnante Antonella Properzi , sulla soglia della Sala Gatti, in Via Macel Gattesto (adiacente a p.zza Delle Erbe) a Viterbo, dove ha allestito la 17esima mostra di pittura: “Insegnando ad amare l’Arte”.

Cosa ha rappresentato per lei questo percorso di 25 anni di attività? ( Le domando) 

Inizialmente, l’associazione, era nata per trasmettere l’amore per l’arte, che va oltre alla semplice tecnica o alla bravura nell’abbinamento dei colori. Ora posso dire che è stato prevalente lo scambio umano che ho ricevuto da tutti gli allievi. Attualmente, l’associazione conta circa 120 allievi da tredici a ottant’anni, tra la scuola di Viterbo e quella di Tuscania. Molti nostri progetti sono finalizzati a collaborazioni con le associazioni di volontariato, come Viterbo con Amore.

Pensa di ottimizzare i rapporti ricevuti? 

Certo, vorrei trasformare la scuola in un punto d’incontro, in parte lo è adesso, ma lo vorrei migliorare. Farlo diventare come quasi “una terapia” dove chi la frequenterà, potrà ricevere dei benefici duraturi, ricavandoci solo benessere.


La mostra potrà essere visita del 6 al 14 luglio con i seguenti orari: 10:00-13:00; 17:00-20:00 e anche con orario serale dalle 22:00 alle 24:00