Trieste, oggi i funerali di Pierluigi Rotta e Matteo Demenego, i due poliziotti uccisi in Questura

Rintocchi di campane e l’arrivo dei feretri di Pierluigi Rotta e Matteo Demenego, i due agenti uccisi in una sparatoria all’interno della Questura di Trieste, lo scorso 4 ottobre. Così la città saluta i due eroi del quotidiano ieri pomeriggio.

Avvolti nel Tricolore, sono portati a spalla dai colleghi della Squadra Volante, accolti da un lungo applauso e dal picchetto d’onore della Polizia di Stato. Momenti forti ed intensi, una grande emozione che travolge i presenti e chi segue le immagini che scorrono nei vari siti.

Il Capo della Polizia, Prefetto Franco Gabrielli

Il capo della Polizia, prefetto Franco Gabrielli, prima dell’arrivo delle salme, ha incontrato le famiglie dei due poliziotti.

Matteo e Pierluigi giungono nel famedio della Questura di Trieste. I loro colleghi si sono abbracciati, uniti in un momento di forte commozione, gridando i nomi dei due poliziotti e poi rispondendo: “Presente!”.

Oggi,  16 ottobre, i funerali alle 11:30, nella chiesa di Sant’Antonio Taumaturgo, in forma solenne, in diretta su Rai 1.

Trieste si stringe accanto ai due Poliziotti tragicamente uccisi, definiti a furor di popolo, degli ‘angeli‘, come infatti sono.

Trieste in lutto, come tutta l’Italia, come tutti noi.

I due colleghi – amici, i due ‘volantini’ che nel video in cui salutano dalla Volante, si definiscono ‘Figli delle stelle‘, sono stati restituiti alle loro famiglie.  Fra 60 giorni l’esame autoptico, mentre la Procura è pronta a disporre una perizia balistica, per ricostruire  la dinamica della sparatoria in Questura.

L’assassino dei due agenti, Alejandro Stephan Meran, si è avvalso della facoltà di non rispondere, dopo aver sparato ben 20 colpi su i due poliziotti della Questura triestina.

Che la terra vi sia lieve, Matteo e Pierluigi.

Foto tratte dal web.