Venezia, la Libreria Acqua Alta è pronta a rinascere con la città

Venezia, acqua alta. Un devastante maltempo  si è abbattuto su questo gioiello italiano, provacando ingenti danni, nei giorni scorsi.

Acqua alta tanto da far rischiare la scomparsa di un simbolo di cultura proprio nel cuore della città: la Libreria Acqua Alta.
Una delle più belle librerie in circolazione, la sua apertura risale ad una quindicina di anni fa,  situata vicino a piazza San Marco, in Calle Longa Santa Maria Formosa 5176b, 30122.

Si tratta della famosa libreria con la gondola, originale ovviamente, lunga più di 11 metri, con vasche da bagno ed altro.
Un luogo cult, un pezzo di storia, dichiarata dalla Bbc tra le dieci librerie più belle del mondo. Abituata ad affrontare emergenze, ma questa volta è stato troppo.
Volumi ormai illeggibili, marci. Un danno enorme, veramente enorme, ma il proprietario, Luigi Frizzo, con il figlio ed i dipendenti  è pronto a ripartire, come è scritto sulla pagina Facebook: “Eccoci qui. Di nuovo in ammollo, ma ancora operativi“.

La Libreria ringrazia tutti quelli che stanno manifestando vicinanza, solidarietà. Ora c’è il problema di smaltire i libri rovinati, irrecuperabili. Si sono accatastati e per ricostruire questo luogo di cultura è necessario fare spazio ai nuovi libri che andranno ad arricchirlo.

Ed infatti continuano nel messaggio sul social network: “Al momento,la nostra emergenza consiste per l’appunto nello smaltimento di questi volumi.Chiunque di voi volesse e riuscisse nei prossimi giorni a passare e farci la cortesia di portarsene via qualcuno,sarà di immenso aiuto. Ci avete offerto supporti economici di ogni tipo,ma in realtà questo è il maggior supporto che al momento ci serve“.

Tra l’altro in questa libreria ci sono anche i gatti che, come sottolineato dai librai, stanno bene e continuano a dormire indisturbati, come documentato dalla foto su Facebook così: “Affrontano con il tipico aplomb felino la situazione,continuando a dormire più o meno imperterriti tra i libri“.

Tutti si stanno mobilitando per la Libreria Acqua Alta, perché l’amore per i libri è grande e nemmeno questa calamità riesce a fermarlo. Loro ringraziano con il cuore in mano e si sente. Hanno chinato il capo e poi si stanno rialzando. Un messaggio di speranza, di tenacia e coerenza.
Venezia saprà riprendersi e ritornare anche meglio di sempre, siamo con loro in un abbraccio corale, perché come scrivono sul post gli amici librai: “Sappiamo che tornerà a splendere”.