Vincent Lambert, la Corte di Cassazione ha deciso di far interrompere i trattamenti

È ormai inesorabile la morte di Vincent Lambert, il 43enne tetraplegico francese. In questi giorni la sua fine ha diviso l’opinione pubblica. I genitori di Vincent si erano battuti per mantenere le cure.  Alla fine la Corte di Cassazione ha deciso per la sospensione dei trattamenti.

Ormai siamo giunti all’epilogo, è finita nonostante gli avvocati dei suoi genitori abbiano risposto con ricorsi sui ricorsi negli ultimi giorni, per far rispettare l’appello sospensivo davanti all’ONU.

La scorsa settimana i suoi familiari avevano sporto denuncia contro  Vincent Sanchez il medico responsabile del reparto per le cure palliative dell’ospedale di Reims che aveva fermato i trattamenti di idratazione e nutrizione del ragazzo.
Lambert, a causa di un incidente d’auto nel 2008 era stato ricoverato in stato vegetativo.

I medici dell’ospedale di Reims, i giudici ed il governo francese  hanno accolto  le richieste della moglie di “lasciare andare” il marito.

Rachel, la moglie dell’infermiere in stato vegetativo, ha sempre sostenuto che lui non avrebbe voluto vivere in quello stato. Dall’altra parte gli anziani genitori che si sono sempre opposti già alla prima sospensione delle cure  nel 2013.

Foto tratta dal web